Happy birthday Charles!

In occasione del Darwin day dell’anno scorso pubblicai quest’articoletto su Charles Darwin. Non solo il post rende omaggio al più grande naturalista di tutti i tempi, ma incidentalmente si tratta anche del primo articolo apparso su questo blog.
Mi sembra quindi un ottima cosa, seppure con un po’ di ritardo, festeggiare un anno qui in così buona compagnia.

Infinite forme bellissime e meravigliose

Happy birthday Charles

Si è appena concluso il compleanno di uno dei più grandi scienziati che siano mai vissuti, sicuramente il più  grande tra i biologi e i naturalisti. Il nostro Charles ha compiuto la bellezza di 204 anni.

Mentre la teoria, composta (uso questa parola perché oltre che un modello scientifico la teoria dell’evoluzione è anche un’opera d’arte) tra il 1844 e il 1858 continua a crescere e comincia addirittura a trovare applicazioni per la salute umana, continuiamo a scoprire le meraviglie che la natura ci riserva, e tutto grazie al genio di questo grande uomo.

Certo, Darwin ebbe anche la fortuna, se così si può chiamare, di vivere nell’epoca “giusta”. Proprio in quegli anni infatti i naturalisti si interrogavano sul significato dei fossili, e la parola “adattamento” cominciava a comparire sempre più spesso nei loro scritti. Il giovane Charles, in quanto studente di teologia a Cambridge, si era formato sulla

View original post 458 altre parole

Annunci

La Storia di Chiara

È un po’ lontano dal tipo di post che si trovano solitamente su questo blog, ma voglio ribloggarlo lo stesso. Si tratta di una piccola grande storia che può farvi capire per cosa lottano i ricercatori biomedici, e a cosa vi state opponendo se vi opponete alla ricerca scientifica. Non voglio aggiungere altre parole, anche perché sinceramente non ne ho.

In Difesa della Sperimentazione Animale

Questa è la storia di uno di quei tanti angeli che scendono e ci sfiorano con un battito d’ali, giusto il tempo di asciugare la lacrima che non possiamo trattenere, poi fuggono lasciandoci soli con i ricordi, e quella sensazione di umido lungo la guancia e le mani vuote, che vanno a stringere un cuore che vuole scoppiare, scappare e seguire chi abbiamo amato.

Il racconto che segue è stato scritto direttamente da Silvia, la mamma di Chiara, una bambina affetta da una grave malattia rara, una forma di SCID, ( http://it.wikipedia.org/wiki/Deficit_di_adenosina_deaminasi )

Immagine

Chiara nasce nel settembre 2006, bella come il sole, attesa fino allo spasimo dopo una gravidanza a riposo. Chi avrebbe mai pensato che una bambina di kg 3.780 nascondesse nel suo DNA quel gene (IL7RA) difettoso, ereditato da mamma e papà. Cresce bene per 2 mesi ma al terzo mese di vita, quando il sistema immunitario del bambino comincia a lavorare da solo, cominciano…

View original post 2.275 altre parole